Al Saracen Sands Hotel teniamo alla ricchezza delle tradizioni siciliane. Così 0ggi ci immergiamo nel cuore della festa di Santa Lucia in Sicilia, un’occasione speciale che si celebra con gioia e sapore unico. Nel corso degli anni, una tradizione culinaria si è imposta come protagonista indiscussa di questa festività: quella delle arancine (a Palermo), degli arancini (fuori città).

Storia e significato di Santa Lucia in Sicilia

Santa Lucia è una festa profondamente radicata nella cultura siciliana, dedicata alla giovane martire che, secondo la leggenda, portò cibo e aiuto agli abitanti dell’isola durante una carestia. In suo onore, il 13 dicembre diventa un giorno di festa, celebrazioni religiose e tradizioni gastronomiche.

Arancine: un capolavoro culinario siciliano

Le arancine, protagoniste indiscusse delle tavole siciliane durante il periodo di Santa Lucia, sono dei deliziosi involtini di riso ripieni e fritti. La loro forma richiama quella di un’arancia, da cui il nome, ma la varietà di ripieni e sapori è vasta e affascinante.

Tipologie di Arancine

  1. Alla carne: Ripiena di ragù di carne, piselli, e mozzarella.
  2. Al Burro: Con ripieno di prosciutto cotto e mozzarella.
  3. Funghi e Salsiccia: Un’esplosione di sapori autunnali.
  4. Ai Frutti di Mare: Un omaggio alla ricchezza del mare siciliano.
  5. E tante altre ancora: da quelle con la nutella dolci a quelle gourmet con gli accoppiamenti più audaci.

La storia dietro le arancine

Le origini delle arancine risalgono al periodo arabo della Sicilia, quando gli influssi della cucina orientale si mescolarono con la tradizione culinaria locale. La forma di arancia, secondo alcune teorie, rappresentava un omaggio alla fertilità, mentre altri credono che l’aspetto richiamasse l’oro, simboleggiando la ricchezza.

Il dibattito sull’Arancina: Catania vs. Palermo

Un dibattito acceso divide gli amanti delle arancine in due fazioni: Palermo sostiene che l’arancina debba essere femminile perché appunto ricorda il frutto, mentre Catania insiste sul maschile “arancino”. La disputa linguistica è diventata parte integrante della cultura siciliana, aggiungendo un tocco di divertimento e rivalità alla degustazione di questo piatto iconico.

Ricette per Creare le Arancine Perfette a Casa

Ingredienti:

  • Riso Carnaroli
  • Brodo di carne
  • Piselli freschi
  • Carne macinata
  • Cipolla
  • Passata di pomodoro
  • Mozzarella
  • Zafferano (per il colore)
  • Farina
  • Uova
  • Pangrattato
  • Olio per friggere

Procedimento:

  1. Cuocere il riso nel brodo di carne con zafferano.
  2. Preparare un sugo di carne con cipolla, carne macinata e passata di pomodoro.
  3. Unire i piselli al sugo e far cuocere.
  4. Assemblare le arancine con riso, sugo, e un cubetto di mozzarella.
  5. Passare le arancine nella farina, poi nelle uova sbattute, e infine nel pangrattato.
  6. Friggere fino a doratura.

Concludiamo il nostro viaggio attraverso le tradizioni siciliane con un assaggio delle deliziose arancine, un caleidoscopio di sapori che racconta la storia e la passione della Sicilia durante il periodo natalizio. Indipendentemente dal lato del dibattito su come chiamarle, una cosa è certa: le arancine sono un vero capolavoro culinario che delizia il palato e avvicina le persone in festa. Buon Santa Lucia a tutti!

Comments are closed.